27 giugno 2024 / 2 febbraio 2025

Honorata e gratiosa

La Loggia di Giorgio Vasari

a cura di Francesca Chieli

L’esposizione dedicata a Vasari si trova all’interno del percorso museale

Il legame profondo di Giorgio Vasari con la Fraternita dei Laici è documentato dai numerosi carteggi conservati nell’archivio storico dell’istituzione medesima e dalle molte commesse affidategli nel tempo.

Più volte chiamato in Arezzo a ricoprire cariche onorarie, il 3 marzo del 1571 egli assumeva l’incarico di Rettore di Fraternita, anche se era estratto «in suo loco» il nome di Francesco di Bradino Torri. Sono questi gli anni nei quali maturerà il progetto della Loggia di Piazza Grande, una delle ultime espressioni dell’ars aedificatoria vasariana e nucleo tematico dell’esposizione. L’itinerario si snoda attraverso un selezionato repertorio archivistico, rivelando le fasi più salienti dell’impresa architettonica che ridefinisce l’impianto della platea communis, divenendo simbolo delle istanze autonomistiche della Città e ‘luogo’ eletto delle sue antiche memorie. Dalla tavola con il San Rocco di Bartolomeo della Gatta, datata 1479, che documenta la consistenza edilizia della piazza prima dell’opera di Vasari, ai primi rilievi grafici; dal celebre modellino in legno delle logge commissionato dai Rettori a Giorgio Vasari con una lettera del 19 luglio 1572, all’assenso del Granduca per la realizzazione dell’opera; dalle carte relative all’iter costruttivo alla “Veduta di Piazza Grande” dipinta nel tardo ‘700 e attribuita a Cristoforo di Donato Conti. Presenti inoltre preziose testimonianze sulla vita dell’artista – a cominciare dall’atto di battesimo sino alla copia del testamento rogato il 25 maggio 1568 da Raffaello Eschini presso lo Spedale degli Innocenti di Firenze. In mostra anche il Ritratto di Giorgio Vasari di Pietro Ermini, le effigi di coloro che hanno contribuito con i loro lasciti alla realizzazione dell’opera e documenti che attestano l’idea “tutta vasariana” di condurre l’acqua in Piazza Grande e che vedrà impegnata la Fraternita nella nuova impresa dell’acquedotto.

 

La mostra è organizzata nelle seguenti sezioni:

 

I. Il «loco eletto e deputato per fabricarvi novi edifiti»
II. Giorgio Vasari «principale architettore»
III. Il cantiere delle Logge e «le diverse pietre che servono agli architetti»
IV. Per onore e gloria della Città
V. Memorie, testimonianze ed effigi

Biglietto

Intero / € 5,00
Integrazione visita guidata / € 2,00
Gruppi sopra le venti persone / € 3,00 a persona

 

BIGLIETTERIA
Palazzo della Fraternita dei Laici
Piazza Grande

A PARTIRE DA

5,00

ORARI

tutti i giorni / 10:30 – 18:00
(ultimo ingresso 17:30)
giorno di chiusura: 25 dicembre

ACCESSO

Palazzo della Fraternita dei Laici
Piazza Grande

OFFERTE PER IL TUO SOGGIORNO

Musei di Arezzo

ACQUISTA IL BIGLIETTO UNICO DEI MUSEI
Vedi tutto, eviti la fila e risparmi.

Informazioni

• Ingresso gratuito fino a 14 anni e visitatori con disabilità.

 

Contatti biglietteria:
(+39) 0575 24694
info@museodifraternita.it

Esposizione / Honorata e gratiosa

Palazzo della Fraternita dei Laici

Arezzo, Palazzo di Fraternita dei Laici
Arezzo, Palazzo di Fraternita dei Laici

Musei e monumenti